Tag

, , , , , , , , ,

Se ci fosse una sola cosa per cui valga la pena guardare i film del sopravvalutato Takeshi Kitano, allora questa sarebbe la magnifica colonna sonora di Joe Hisaishi.

Il talentuoso compositore nipponico, noto ai più per essere il creatore delle bellissime musiche di sottofondo dei film di Hayao Miyazaki, lega da decenni il suo nome a un’enorme quantità di film di successo (in patria, è chiaro).

Peccato che i film di cui abbia realizzato la soundtrack – tolti quelli di Miyazaki- siano praticamente sconosciuti al pubblico occidentale. Non mi stupisce quindi che la stampa nostrana, quando si ritrova a menzionare Joe Hisaishi, ne parla solo in qualità di compositore di film d’animazione dello studio Ghibli. Ricordo uno scandaloso articolo pubblicato lo scorso anno su Panorama, atto a “promuovere” il concerto tenuto in Italia dal maestro, nel quale si parlava dei suoi pezzi più famosi che -come da clichè- erano tratti soltanto dai film di Miyazaki. Mi chiedo se sia tanto difficile far scrivere gli articoli a qualcuno che sia almeno minimamente esperto di cinema nipponico. Anche perchè, chi è avvezzo, saprà che Joe Hisaishi è una colonna portante del cinema giapponese contemporaneo. E la maggior parte delle pellicole di successo nelle sale giapponesi viene accompagnata dalle sue eteree composizioni.

Ascoltare per credere:

Raccolta delle più note soundtrack realizzate per i film di Takeshi Kitano

Departures (おくりびと) del 2008, vincitore del premio Oscar come miglior film straniero.

Chisai Ouchi (小さいおうち) del 2014 diretto da Yamada Yoji e presentato al festival del cinema di Berlino. Hisaishi, a partire dal 2013, ha iniziato a lavorare in modo costante col maestro Yamada, realizzando anche la colonna sonora di Tokyo Kazoku (2013) e del recente Kazoku wa Tsurai Yo (2016), subentrando a Isao Tomita, per anni compositore per i film di Yamada.

Oruru No Mori No Monogatari (ウルルの森の物語) del 2009

A Tale of Mari and Three Puppies (マリと子犬の物語) del 2007.

Zakurozaka no Adauchi (柘榴坂の仇討) del 2014 con il celebre Hiroshi Abe.

Annunci