Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Ci sono tragedie impossibili da seppellire. Tragedie che tornano a rivivere e a scuotere gli animi, anche a decenni di distanza. Tragedie come la guerra civile libanese che, dal 1975 al 1990, ha mietuto centinaia di migliaia di vittime, ferendo nel profondo l’intero paese dei cedri e tutti i suoi figli.

Ogni anno, dal Libano (ma non solo) sgorgano memoir, libri (come il consigliatissimo “San Giorgio guardava altrove” di Jabbour Douaihy), film e documentari che ripercorrono in chiave più o meno diversa la guerra civile e i suoi devastanti effetti. Stray Bullet di Georges Hachem rientra esattamente in questo filone.

Senz’altro

 

Annunci